Il progetto

Mani in pasta, piedi per terra, menti aperte è un progetto che intende generare, rafforzare e diffondere le buone pratiche sostenibili che emergono nel nostro territorio, coinvolgendo mondi differenti, persone e gruppi di culture ed età diverse, facendo vivere e sperimentare direttamente pratiche virtuose e coinvolgenti.

 

Crediamo che il coinvolgimento diretto e personale, il mettere le "mani in pasta" o "nella terra", possa consolidare una maggiore sensibilità verso strategie e attività sostenibili più adeguate a preservare il futuro del nostro territorio.

 

Vogliamo migliorare i livelli di conoscenza e interazione tra le realtà che abitano il medesimo territorio, generando, così, nuove sinergie ed esperienze di maggiore vicinanza tra realtà apparentemente distanti.

 

Il progetto si rivolge a tutti gli abitanti della Valtellina e Valchiavenna: dalle famiglie, ai bambini e adolescenti in età scolare, dai giovani del mondo associativo e dei gruppi informali ai lavoratori e imprenditori del mondo dell'impresa for profit.
 

Mani in pasta, piedi per terra, menti aperte è un progetto finanziato dal Bando Volontariato 2018, promosso da WWF Valtellina e Valchiavenna in partneriato con Associazione “C’è una Valle”, Cooperativa Sociale Grandangolo, Associazione Legambiente Valchiavenna, Cooperativa Sociale Elianto, Associazione Lok(a)zione, Cooperativa Sociale ARCA, Associazione Amici della Val Codera e Vetreria Valfon.